Offerte hotel e case vacanze Roccella Ionica | soloinvacanza.it

Offerte hotel e case vacanze Roccella Ionica, conserva una storia antica.

In questa pagina puoi fare subito un preventivo per offerte hotel e case vacanze Roccella Ionica al miglior prezzo. Offerte hotel e case vacanze Roccella Ionica anche di lusso in promozione a basso costo.

offerte hotel e case vacanzr a roccella ionica

 

Cerca offerte hotel e case vacanze Roccella Ionica



Booking.com


La città di Roccella Ionica conserva ancora i resti della sua antica storia.

Due colonne monolitiche di porfido egizio, appartenute a un tempio pagano, si possono ammirare lungo la passeggiata; furono scoperti nel 1863 da un gruppo di pescatori.

Il castello medievale in rovina si trova nella zona antica e deserta. Le origini di Roccella risalgono alla Magna Grecia. Probabilmente era l’antica Amphisya riportata da Ovidio.

Nel X secolo fu chiamata “Rupella”, quindi “Arocella”, fino ad oggi Roccella, nome che deriva dal fatto che la città sorge sulla scogliera (rocca italiana).

Le prime testimonianze documentate dell’esistenza delle date di Roccella Jonica torna al 1270, quando a Gualtieri de Collepietro fu dato il castello di Roccella di San Vittore da Carlo I d’Angiò, per lungo tempo Roccella fu l’unica città situata sulla costa ionica a subire incursioni saracene.

Il feudo dei Conti Ruffo di Catanzaro La nobile famiglia era legata alla città per due motivi: in primo luogo, la città divenne la capitale del principato e residenza di ministri, uditori e un gran numero di nobili che formarono il Ruffo corte, in secondo luogo, fu fondata a Roccella la Priorato dell’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme (il pialato in dialetto di Roccella), temuta in tutto il Mediterraneo, Girolamo Carafa fu signore di Roccella fino al 1570.

Fabrizio Carafa fu nominato primo principe di Roccella nel 1594 da Filippo II. Quando morì nel 1629, fu nominato anche suo figlio Girolamo, che morì nel 1652. Il suo successore, Fabrizio Carafa III, governò la città fino al 1671; il suo erede apparente di tutti i possedimenti era Carlo Maria Carafa Branciforte, il 4º principe di Roccella e primo pari del Regno di Sicilia.

Il feudo fu poi ereditato dalla sorella Giulia Carafa Branciforte, la quinta principessa, che sposò suo cugino Federico Carafa di Bruzzano. Nel 1707, a seguito di diverse transazioni e accordi, Vincenzo Carafa fu nominato sesto principe di Roccella e il suo successore fu Gennaro Maria Carafa, il settimo principe. L’ultimo membro ad avere il titolo di principe della città fu Vincenzo Maria, che regnò dal 1774 al 1806, quando fu abolito il feudalesimo. Con decreto del 4 maggio 1811, Roccella divenne la città principale di un distretto comprendente i comuni di Gioiosa e Castelvetere.

Nel 1816 divenne uno dei comuni del distretto di Castelvetere.

Leggi tutto

 

Offerte hotel e case vacanze in Italia